Società Italiana per lo Studio dell'Emostasi e della Trombosi

        
 
 

Regolamento di attuazione dello Statuto

Approvato dal Consiglio Direttivo nella seduta del 21/09/2017

Il presente regolamento integra lo statuto della SISET modificato con atto notarile in data 21/09/2017

 

1. SOCI E ORGANI DELLA SOCIETA’

 

  • Tipologia dei Soci

Sono previsti i seguenti tipi di soci:

  • Soci Ordinari
  • Soci Fondatori

E' Socio Ordinario chiunque, avendone fatto domanda, accompagnata da idonea motivazione, sia stato favorevolmente accolto dal Consiglio Direttivo.

I Soci Fondatori sono i fondatori dell’Associazione nel 1970.

 

  • Requisiti per l’ammissione dei Soci

Hanno diritto di partecipare e formare parte integrante dell’Associazione tutti coloro che operano nell’ambito dell’Emostasi e della Trombosi come: enti scientifici e sanitari pubblici e privati, operatori sanitari, ricercatori e studiosi.

 

Diritti e doveri dei Soci

A) Soci Ordinari

  • I Soci sono tenuti al pagamento della quota sociale annuale.
  • I Soci devono adeguarsi alle disposizioni dell’Assemblea.
  • I Soci in regola con il pagamento della quota sociale partecipano all'Assemblea ed hanno diritto di voto per l'approvazione e le modificazioni dello Statuto.
  • I Soci costituiscono elettorato attivo e passivo ai fini della nomina degli organi direttivi dell’Associazione.
  • I Soci hanno diritto all’ iscrizione con quota ridotta alle iniziative dell’Associazione.
  • I Soci hanno diritto all’ accesso all’ Area Riservata del sito internet dell’Associazione.
  • I Soci hanno diritto all'accesso online alla rivista ufficiale della SISET “Blood Transfusion”.

B) Soci Fondatori

  • I Soci Fondatori hanno tutti i diritti e i doveri dei Soci Ordinari e sono esentati dal pagamento della quota sociale.

 

  • Modalità per l’ammissione di nuovi Soci

Ogni persona o ente in possesso dei requisiti richiesti inoltra la domanda di ammissione come socio, accompagnata da un curriculum vitae o dalla descrizione della natura e dei fini dell’ente, al Presidente, che la sottopone al Consiglio Direttivo, il quale, in accoglimento della stessa, ne comunica all'interessato l'accettazione. Il Consiglio Direttivo decide l'accoglimento ed il rigetto delle domande a suo insindacabile giudizio. La qualità di associato non è trasmissibile.

 

  • Quote di Associazione

Tutti i Soci si impegnano a versare una quota annuale di associazione fissata dal Consiglio Direttivo in € 60 per i Soci Ordinari di età fra i 35 e i 70 anni e di € 25 per quelli di età inferiore a 35 e superiore a 70 anni, salvo variazioni future.

I Soci sono tenuti a versare la quota di iscrizione entro il 30 gennaio di ogni anno. La variazione della quota decorre dall’anno successivo a quello del compimento rispettivamente dei 35 e 70 anni.

La quota associativa di € 60 include l’accesso online alla rivista ufficiale della SISET “Blood Transfusion”, relativo all’anno per il quale è stata versata la quota.

La quota può essere versata con una delle seguenti modalità:

  • bonifico bancario sul conto corrente dell’Associazione;
  • pagamento mediante carta di credito.

La quota annuale di associazione si intende versata a fondo perduto.

Il regolare pagamento della quota associativa per l’anno a cui si riferisce conferisce al Socio i diritti precisati al paragrafo “Diritti e doveri dei Soci”.

In occasione di eventi organizzati dall’Associazione (Congressi, Corsi, Workshop o altre riunioni) in proprio o in cooperazione con altre Associazioni pubbliche o private, il Consiglio Direttivo può richiedere al partecipante, nell’ammontare ritenuto idoneo, il pagamento di una quota a titolo di iscrizione all’ evento. Tale quota non può in alcun caso essere ritenuta sostitutiva della quota annuale di associazione.

 

  • Perdita dello Status di Socio

Lo Status di Socio si perde per uno dei seguenti motivi:

  • dimissioni, da comunicarsi per iscritto, da parte del Socio al Presidente;
  • delibera di esclusione, assunta dal Consiglio Direttivo, per accertati motivi di incompatibilità, o per aver contravvenuto agli obblighi statutari o del Regolamento;
  • mancato pagamento della quota associativa per tre anni consecutivi.

A seguito di una delle eventualità di cui ai punti precedenti, il Consiglio Direttivo informerà per iscritto il Socio ed in mancanza di una idonea risposta entro trenta giorni procederà alla sua cancellazione dalla lista dei Soci.

Coloro che siano stati in passato esclusi dall’Associazione per morosità possono inoltrare domanda di reintegro al Consiglio Direttivo che ne valuta l’accoglimento.

 

  • Consiglio Direttivo (CD)

Come disposto dall’Articolo 17 dello Statuto, il Consiglio Direttivo dell’Associazione è composto da sette membri, tutti con diritto di voto, eletti fra i Soci e resta in carica per due anni.

Il Consiglio Direttivo elegge tra i suoi membri un Vice-Presidente che funge per due anni da Presidente Eletto e diventa automaticamente Presidente nel biennio successivo.

Al termine del suo mandato il Presidente resta ancora per due anni nel Consiglio Direttivo come Past-President.

I membri uscenti dal Consiglio Direttivo non sono candidabili nella successiva elezione.

Il Presidente presiede tutte le riunioni della Società e svolge le mansioni di direttore esecutivo della Società. A lui sono conferiti i poteri di ordinaria amministrazione del patrimonio della Società per conto della stessa. E’ membro “ex officio” di tutti i comitati e svolge tutti gli incarichi che lo Statuto gli attribuisce. Il Presidente, sentito il Consiglio Direttivo, può nominare commissioni di studio costituite anche con persone competenti siano Soci della SISET; egli, di diritto, presiederà ogni commissione.

Vengono istituite, come organo permanente, la Commissione Attività Formative (CAF), la Commissione Attività di Ricerca (CAR) che saranno nominate dal Presidente secondo l’apposito regolamento (Allegati A e B).

Viene inoltre istituito un Comitato Scientifico composto da cinque membri eletti dal Consiglio Direttivo che durano in carica due anni. Al Comitato Scientifico compete la verifica ed il controllo della qualità delle attività svolte e della produzione tecnico-scientifica, da effettuare secondo gli indici di produttività scientifica e bibliometrici validati dalla comunità scientifica internazionale.

Il Vice-Presidente sostituisce in ogni mansione il Presidente in caso di suo impedimento.

Il Presidente nomina all’inizio del biennio il Segretario dell’Associazione fra i Soci non componenti il Consiglio Direttivo. Il Segretario compila i verbali della Società e li inoltra al Consiglio Direttivo per la loro approvazione. Egli è inoltre responsabile della loro archiviazione, dopo averli firmati con il Presidente della Società. Il segretario non ha diritto di voto.

Il Consiglio Direttivo è il Supervisore di tutti i problemi che riguardano l’Associazione.

Il Consiglio Direttivo entra in funzione immediatamente dopo lo scrutinio dei voti delle elezioni e resta in carica per due anni fino alle elezioni che si tengono di norma durante il successivo Congresso Nazionale.

In caso di dimissioni del Presidente, il Vice-Presidente sostituisce il Presidente fino al termine del biennio in corso e completa i successivi due anni di mandato come Presidente. In caso di dimissioni del Vice-Presidente, il membro del Consiglio Direttivo più anziano sostituisce il Vice-Presidente fino al termine del biennio in corso. Il nuovo Consiglio Direttivo, durante la prima riunione presieduta dal Past-President, nomina direttamente fra i propri membri il nuovo Presidente e il nuovo Vice-Presidente. In questi casi o nel caso di dimissioni di un consigliere del Consiglio Direttivo subentrerà come membro del Consiglio Direttivo il primo dei Soci non eletto. In mancanza di non eletti non saranno tuttavia indette nuove elezioni.

Il Consiglio Direttivo redige il Regolamento di attuazione dello Statuto e lo sottopone a periodica revisione.

 

  • Referenti del Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo può individuare, a proprio insindacabile giudizio, dei referenti cui affidare particolari compiti presso altri enti e/o organizzazioni rilevanti per il settore emostasi e trombosi, che svolgano la loro attività nei rispettivi ambiti regionali e locali.

Parimenti individuerà, qualora non presenti fra i membri del Consiglio Direttivo, referenti per il coordinamento, collegamento o rappresentanza della Società presso altre società scientifiche con le quali sono in atto forme di collaborazione non occasionale (es. AICE, FADOI, FCSA, SIMI, SIBioC, SIE, SIES, SIPMeL, SIMTI ecc.) od altre con le quali si ritiene di avviare simili collaborazioni. Ancora potrà individuare referenti fra i membri del Consiglio Direttivo o esterni ad esso per il coordinamento con società estere.

I referenti restano in carica per la durata del Consiglio Direttivo che li ha cooptati.

 

  • Regolamento per l’elezione del Consiglio Direttivo

L’elezione del nuovo Consiglio Direttivo avviene ogni due anni e, salvo altrimenti disposto, si tiene in occasione del Congresso Nazionale o, per decisione del Consiglio Direttivo, di un altro evento nazionale organizzato dall’Associazione in cui abbia luogo l’Assemblea dei Soci.

Si possono candidare tutti i Soci in regola con il pagamento della quota sociale secondo quanto disposto dallo Statuto.

La candidatura deve essere comunicata per iscritto al Presidente entro il termine fissato dal Consiglio Direttivo. Tale termine, di norma, viene fissato almeno 2-3 settimane prima dell’apertura ufficiale del seggio elettorale.

Il seggio elettorale viene aperto fin dalla prima giornata del Congresso e viene chiuso in tempo utile per effettuare lo scrutinio delle schede, il cui risultato deve essere pubblicizzato prima della chiusura del Congresso.

Durante l’apertura del seggio elettorale deve essere presente almeno un membro del Consiglio Direttivo per verificare la regolarità delle operazioni di voto. Tale membro si avvarrà della segreteria organizzativa per la predisposizione delle schede di voto, delle cabine elettorali e delle urne.

Lo scrutinio dei voti avviene in forma pubblica alla presenza di almeno un membro del Consiglio Direttivo e di almeno due Soci.

Il risultato delle votazioni verrà esposto al termine dello spoglio dei voti prima della chiusura del Congresso. Possono esercitare il diritto di voto tutti i Soci in regola con il pagamento delle quote sociali secondo quanto disposto dallo Statuto.

Ciascun votante può esprimere un numero di preferenze pari al numero di membri da eleggere meno uno (in condizioni normali, 4 preferenze per 5 nuovi membri da eleggere nel Consiglio Direttivo).

Sono eletti i candidati più votati in numero pari ai membri del Consiglio Direttivo da rinnovare (di norma cinque). In caso di parità viene eletto il candidato più anziano in termini societari e, in caso di ulteriore parità, più anziano in termini di età.

 

  • Revisori dei Conti: compiti e nomina

I Revisori dei Conti, come stabilito dall’art. 6 dello Statuto, sono eletti, anche fra i non soci, in numero di 3. La loro elezione avviene in occasione del rinnovo del Consiglio Direttivo, attraverso schede apposite.

Ciascun votante può esprimere un numero di preferenze pari al numero dei Revisori dei Conti da eleggere.

Il compito dei Revisori dei Conti consiste nella verifica della contabilità sociale sia presso la sede del Presidente, sia presso la sede dell’eventuale segreteria organizzativa della Società. Le spese di viaggio e soggiorno inerenti le visite presso le sedi del Presidente e/o della segreteria organizzativa per il controllo contabile saranno rimborsate dalla Società.

I Revisori dei Conti producono, in sede di approvazione del bilancio, una relazione scritta che attesti la correttezza della contabilità, la regolarità delle scritture contabili, la congruità dei costi e la loro tipologia, anche verificandone l’aderenza ai fini statutari.

E’ esclusa ogni forma di retribuzione per l’espletamento della carica di Revisore dei Conti.

 

  • Referenti regionali

Il Referente Regionale viene eletto dai soci della stessa area regionale fra i candidati che abbiano i requisiti sotto specificati.

Caratteristiche e funzioni dei Referenti regionali

Le caratteristiche preferenziali dei candidati a questo ruolo sono le seguenti:

  1.  Conoscenza delle problematiche dei gruppi operanti nelle strutture sanitarie del territorio regionale nel settore dell’Emostasi e della Trombosi
  2. Capacità di costituire un punto di riferimento per i Soci ed i non Soci operanti nella Regione per le problematiche  dell’Emostasi e della Trombosi
  3. Abilità nel favorire e mantenere contatti tra il Consiglio Direttivo della Società ed i Soci e non Soci che operano nel settore dell’Emostasi e della Trombosi
  4. Capacità di individuare progetti ed interventi per migliorare il livello di qualità delle strutture sanitarie delle Regioni che operano nel settore dell’Emostasi e della Trombosi.
  5. Capacità di promuovere iniziative in ambito Regionale, con il patrocinio della Società, per la diffusione delle conoscenze nel campo dell’Emostasi e della Trombosi .
  6. Il Referente regionale dovrà inviare un report annuale (31 ottobre di ogni anno) al Consiglio Direttivo della Società, in copia alla Segreteria organizzativa della Società, descrivendo problematiche, soluzioni, suggerimenti, e strategie adottate nell’ambito dell’Emostasi e della Trombosi nella regione da lui/lei rappresentata.

 

Modalità di scelta dei Referenti regionali e durata dell'incarico

  1. I Referenti regionali vengono eletti dai soci
  2. Il Referente regionale resta in carica per la durata del mandato del Consiglio Direttivo della Società (2 anni) e decade automaticamente con la fine del mandato stesso.
  3. La carica di Referente regionale è rinnovabile per un massimo di due mandati.
  4. Il Referente regionale può recedere dal suo incarico in qualsiasi momento inviando la comunicazione per fax o e-mail al Presidente e alla Segreteria organizzativa della Società.

Assemblea dei Referenti regionali

  1. Il Presidente con i membri del Consiglio Direttivo della Società convoca l’assemblea dei Referenti regionali almeno una volta ogni due anni, in occasione del Congresso Nazionale della Società. E’ facoltà del Presidente, sentito il parere del Consiglio Direttivo, di convocare assemblee dei Referenti regionali aggiuntive, in caso di necessità. Possono essere utilizzate tutte le tecnologie disponibili (videoconferenze via internet, audioconferenze telefoniche, etc) per agevolare i contatti tra i Referenti regionali ed il Consiglio Direttivo della Società.
  2. L’assemblea concerta e suggerisce strategie per la diffusione e lo sviluppo delle conoscenze nell' ambito dell’Emostasi e della Trombosi in Italia, proponendo al Consiglio Direttivo della Società le modalità ed i mezzi più appropriati per raggiungere tali obiettivi.
  3. L' assemblea dei Referenti regionali esprime pareri e formula proposte non vincolanti per il Presidente e il Consiglio Direttivo della Società

 

2. ATTIVITA’ ISTITUZIONALI DELLA SOCIETA’

  •  L’attività scientifica ed educazionale della Società, nell’arco del biennio della durata in carica del

Consiglio Direttivo, prevede generalmente le seguenti manifestazioni:

1) Corso Nazionale (1° anno)

2) Congresso Nazionale (2° anno)

3) Corsi Educazionali ed altre iniziative scientifiche, anche in associazione con altre società Scientifiche

 

1) Corso Nazionale

Il Corso Nazionale è organizzato in Sessioni Educazionali, Simposi, Tavole Rotonde, Letture, Corsi di Aggiornamento, eventuali Forum Intersocietari con altre associazioni scientifiche.

Presidente del Corso è il past-president della SISET.

 

2) Congresso Nazionale

Il Congresso Nazionale è organizzato in Sessioni Educazionali, Simposi, Tavole Rotonde, Letture, Corsi di Aggiornamento, eventuali Forum Intersocietari con altre associazioni scientifiche e in sessioni di Comunicazioni o Poster su tutti i campi di interesse della Società.

Presidente del Congresso è il Presidente in carica della SISET.

 

3) Corsi Educazionali ed altre iniziative scientifiche, anche in associazione con altre società scientifiche

L’organizzazione di Corsi Educazionali nazionali o locali e di altre riunioni scientifiche è affidata alla Segreteria Organizzativa della SISET. La responsabilità dei contenuti scientifici compete comunque al Consiglio Direttivo coadiuvato dalla CAF e dalla CAR nel caso di riunione legate all’attività di ricerca.

Gli atti dei Congressi e delle riunioni scientifiche, se previsti, vengono pubblicati sull'organo ufficiale dell’Associazione o su altra idonea rivista e sul sito internet dell’Associazione.

Tutti gli eventi organizzati o co-organizzati dalla Società devono corrispondere ai requisiti idonei all’ottenimento dell’accreditamento ECM. Tale accreditamento verrà richiesto dalla società organizzatrice dell’evento al Ministero della Salute. Qualora le iniziative fossero sostenute da sponsor commerciali, questi devono essere almeno in numero di due.

Eventuali residui attivi, derivanti da Congressi, Corsi Educazionali e altre iniziative scientifiche organizzate o co-organizzate dalla Società, verranno destinati ai fini istituzionali della Società, con esclusione della distribuzione di utili di qualsiasi genere ai Soci.

 

  • Patrocini

Il Consiglio Direttivo, a proprio insindacabile giudizio e su richiesta degli organizzatori, può dare il patrocinio a congressi ed altre iniziative scientifiche di contenuto e/o con scopi attinenti a quelli della Società, purché tali iniziative corrispondano ai requisiti idonei all’ottenimento dell’accreditamento ECM e, qualora l’iniziativa sia sostenuta da sponsor commerciali, questi siano almeno in numero di due. Per ogni patrocinio è richiesta una quota di Euro 100, con l’eccezione di convegni privi di sponsorizzazione o di congressi di società scientifiche in cui il patrocinio sia richiesto in concomitanza con l’organizzazione di attività congiunte.

 

 

  • Ricerca scientifica

In caso di disponibilità in bilancio il Consiglio Direttivo si riserva la facoltà di istituire premi per il riconoscimento di particolari contributi scientifici, anche sotto forma di facilitazione alla partecipazione, con idoneo sostegno economico e/o esenzione dalla quota di iscrizione, ad eventi organizzati o co-organizzati da SISET, in favore di giovani ricercatori che presentino abstract particolarmente meritevoli su temi di rilevanza per l’emostasi e la trombosi. Tali iniziative verranno condotte in collaborazione con la CAR.

 

 

  • Linee Guida

Il Consiglio Direttivo, ove ne ravvisi l’opportunità, può istituire commissioni ad hoc per la produzione di nuove Linee Guida o per l’aggiornamento di quelle esistenti, nell’ambito dei temi di interesse societario.

Il Consiglio Direttivo, ove ritenuto necessario, nominerà un responsabile per la produzione di Linee Guida o per il loro aggiornamento.

Prima della pubblicazione sotto qualsiasi forma, le Linee Guida dovranno essere approvate dal Consiglio Direttivo in carica, di norma dopo idonea presentazione ai Soci anche sotto forma di preparazione di una stesura preliminare che verrà pubblicizzata sul sito della Società al fine di essere oggetto di suggerimenti, integrazioni o critiche.

L’endorsement a Linee Guida prodotte da altre società scientifiche prevede l’approvazione da parte del Consiglio Direttivo, che può avvalersi, per la sua valutazione, di Soci esperti nello specifico argomento.

 

  • Aggiornamenti SISET

Gli “Aggiornamenti SISET” costituiscono la possibilità di produrre autonomamente testi di rilevanza scientifica su temi di particolare interesse. La redazione degli aggiornamenti può essere affidata al Consiglio Direttivo o a Soci particolarmente competenti. Rimane comunque a capo del Consiglio Direttivo predisporre la pubblicazione dei suddetti approfondimenti sul sito della Società o attraverso organi di stampa. L’industria farmaceutica o le aziende produttrici di apparati biomedicali, qualora ritengano di avere interesse a diffondere le conoscenze scientifiche in essi contenuti, possono richiedere l’acquisto del diritto alla loro distribuzione. Tale diritto non può essere esclusivo e viene acquisito solo a fronte della copertura dei costi di stampa.

Sugli aggiornamenti SISET andrà inserita la seguente dicitura:

“Aggiornamenti SISET” pubblica monografie che trattano aspetti di prevenzione, diagnosi e terapia in tema di emostasi e trombosi. Ciascuna monografia viene affidata dal Consiglio Direttivo della SISET ad uno o più esperti, scelti fra gli associati. I manoscritti, prodotti a titolo gratuito dagli autori, vengono pubblicati, dopo revisione redazionale da parte del Consiglio Direttivo, nel sito della Società, che ne acquisisce i diritti di proprietà intellettuale.

Il contenuto delle monografie rappresenta le opinioni degli autori e la loro pubblicazione non deve intendersi come un’approvazione ufficiale di SISET. Gli autori dichiareranno ogni potenziale conflitto di interesse, nelle singole pubblicazioni.

Gli argomenti vengono scelti su proposta sia dei Soci che di enti ed associazioni pubbliche o private, che abbiano interesse a diffondere le conoscenze scientifiche nell’ambito dell’emostasi. La diffusione degli “Aggiornamenti SISET” potrà essere autorizzata a terzi previo l’acquisto non esclusivo alla distribuzione e la copertura dei costi di stampa, riportando anche la dicitura “Stampa e distribuzione resa possibile grazie al contributo di…”.

 

  • Definizione delle competenze e del ruolo dell’“esperto in emostasi e trombosi”

La Società ritiene compito di particolare valenza l’individuazione delle caratteristiche culturali e professionali necessarie a caratterizzare le competenze che qualificano l’“esperto in emostasi e trombosi”. L’individuazione del profilo professionale e del ruolo dell’”esperto in emostasi e trombosi” viene elaborata di concerto con le principali società scientifiche o professionali interessate. Su propria iniziativa o su sollecitazione dei Soci, la Società promuove con idonee iniziative la presenza dell’esperto in emostasi e trombosi all’interno delle strutture del Servizio Sanitario Nazionale (reparti clinici, servizi di laboratorio, settore delle cure primarie), anche attraverso interventi presso le competenti autorità nazionali o regionali.

 

3. AMMINISTRAZIONE E GESTIONE DELLA SOCIETA’

 

  • Segreteria Organizzativa

Il perdurare dell’assenza di una segreteria stabile, dotata di personale proprio e dedicata all’attività della Società e da essa direttamente gestita, rende necessario ricorrere all’affidamento di alcune attività amministrative ad una segreteria organizzativa esterna, con la quale stipulare un contratto di collaborazione, a cura del Presidente della Società. La durata del contratto non deve superare la durata del Consiglio Direttivo in carica. Lo schema del contratto tipo di collaborazione è reperibile nella sezione “Regolamento” del sito della Società.

La scelta della segreteria organizzativa avviene da parte del Consiglio Direttivo sulla base di proprie insindacabili valutazioni, opportunamente motivate.

Alla fine del contratto, la segreteria organizzativa fornisce al Presidente uscente l’intera documentazione relativa allo svolgimento delle proprie attività, comprese le relative scritture contabili (note di spesa e fatture, distinte per singole voci). Il Presidente uscente terrà in custodia con funzione di archivio tale documentazione.

 

  • Società per l‘organizzazione di congressi/eventi

La società cui affidare l’organizzazione dei singoli congressi o degli altri eventi è la segreteria organizzativa esterna, al fine di monitorare economicamente da parte del Consiglio Direttivo SISET, ciascun congresso/evento. Alla fine di ciascun congresso/evento, entro i termini contrattualmente stabiliti, la società organizzatrice fornisce al Presidente l’intera documentazione relativa allo svolgimento delle proprie attività, compreso un consuntivo economico con allegate (anche soltanto in copia) le relative scritture contabili (note di spesa e fatture, distinte per singole voci). Il Presidente tiene in custodia la documentazione con funzione di archivio.

 

  • Gestione economica della Società

La gestione economica della Società si ispira a criteri di sobrietà, trasparenza e idonea documentazione delle spese correnti.

Ciascun Presidente gestisce i movimenti contabili attraverso l’apertura di un apposito conto corrente bancario intestato alla Società e da lui direttamente gestito, quale rappresentante legale della Società.

In caso di necessità viene esteso il potere di traenza e detraenza al Vice-Presidente.

Sono esclusi introiti ed uscite attraverso canali diversi da quelli del conto corrente.

 

  • Criterio della sobrietà

I costi di viaggio e soggiorno ed eventuali altri costi sostenuti dalla Società per la partecipazione a riunioni o eventi da parte dei membri del Consiglio Direttivo e/o dei loro referenti devono essere ispirati a criteri di sobrietà ed economicità, pur nel rispetto della rilevanza del ruolo svolto.

I Soci invitati come moderatori o relatori in occasione di eventi societari a livello nazionale, nei quali abbia luogo l’Assemblea annuale prevista dallo Statuto, sono esentati dal pagamento delle quote di partecipazione all’evento e godono della copertura delle spese di viaggio e soggiorno per tutta la durata dell’evento, compatibilmente con la disponibilità.

 

  • Criterio della trasparenza

La Società, attraverso i membri del Consiglio Direttivo e i referenti da esso nominati, ispira i propri rapporti con le industrie farmaceutiche o i produttori di apparati biomedici alla massima trasparenza, senza precostituire comunque alcun legame diretto o indiretto che vincoli l’operato della Società.

Lo svolgimento delle attività con le industrie farmaceutiche o produttrici di apparati biomedici, qualora svolto in nome della Società, non prevede alcuna remunerazione diretta o indiretta, salvo il rimborso delle eventuali spese sostenute nell’espletamento delle suddette attività. Tutti i contatti e gli scambi di informazioni relativi ad attività di fundraising con le suddette società commerciali si svolgono in forma scritta tramite e-mail vengono archiviati e sono sempre disponibili per valutazione del Consiglio Direttivo.

 

  • Archivio

Tutti i documenti relativi al biennio di attività di ciascun Consiglio Direttivo opportunamente ordinati per tipologia (corrispondenza, verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo, comunicazioni con altre società scientifiche, comunicazioni con la segreteria organizzativa e altre società commerciali, comunicazioni con l’industria farmaceutica o con organismi istituzionali) sono conservati per almeno un biennio presso la sede del Presidente uscente nella sua funzione di Past- President.

Al cessare della carica di Past-President il medesimo trasmetterà al Presidente in carica tutta la documentazione, eventualmente anche in forma elettronica. Similmente saranno conservati e trasmessi i vari contratti e relativi bilanci.

 

  • Sito web (www.siset.org)

La supervisione del sito web della Società viene affidata ad un membro del Consiglio Direttivo o di un referente ad hoc, che protrae la propria attività fintanto che il Consiglio Direttivo non provveda ad individuare un’altra persona cui affidare il compito di supervisione. A tal fine il referente potrà avvalersi della collaborazione di esperti entro i limiti del budget che gli verrà assegnato dal Consiglio Direttivo.

 


 

GLI AMICI DELLA SISET